Kālacakratantra དུས་ཀྱི་འཁོར་ལོ་རྒྱུད Mantra, significato e simbolo di Kalachakra


Una Thangka rappresenta il Kalachakra
Una Thangka rappresenta il Kalachakra

Kālacakratantra དུས་ཀྱི་འཁོར་ལོ་རྒྱུད è un testo tantrico antico (risale al X-XI secolo) , scritto in sanscrito e proprio del Buddhismo Tibetano.


MANDALA KALACHAKRA

I Mandala di Kalachakra, come quello nella fotogragia in alto, rappresentano l'universo creato durante il rito di iniziazione di Kalachakra.

Nel disegno possiamo trovare quattro basi quadrate in quattro zone e otto isole esterne minori (Ruote del Dharma) che sostengono il centro della conoscenza. le quattro isole sono i quattro elementi:

- terra: nero verso il basso,

- aria arancione,

- fuoco rosso,

- acqua azzurra.

La complessa geometria che caratterizza questi Mandala, lascia lo spettatore stupito e impressionato da questa particolare arte: in passato questa base geometrica veniva utilizzata anche nella realizzazione architettonica dei monasteri. Osservare questo Mandala è pari a guardare un monastero dall'alto.

La loro complessità indica i diversi sistemi che costituiscono l'universo.

La leggenda narra che fu Siddartha Gautama a vedere questo soggetto durante una meditazione.

Riportato attorno al disegno centrale è tutto il mantra di Kalachakra.


INIZIAZIONE DEL KALACHAKRA

E' il più grande rituale buddhista conferito da Sua Santità il Dalai Lama


Il mantra di Kālacakra, "OṂ HAṂ KṢA MA LA VA RA YA [SVĀHĀ], rappresentato interamente in una lettera in grafia ornamentale Lantsa, appoggiata su una base con Fior di Loto.

E' un simbolo potente per il Buddhismo Tibetano. con il sole nella parte superiore



Ciondolo con simbolo del Kalachakra
Ciondolo con simbolo del Kalachakra
Thangka con simbolo del Kalachakra
Thangka con simbolo del Kalachakra




Post in evidenza