Panchen Lama, la risposta dalla Cina

La bottega del tibet fa parte delle 159 organizzazioni del mondo che hanno chiesto alle Nazioni Unite la liberazione di Panchen Lama e suo notizie.


Abbiamo aderito alla richiesta di spingere la Cina alla liberazione del "piccolo" Panchen Lama e della sua famiglia, come da anni sosteniamo la causa #freetibet.



La situazione e come siamo giusti alla risposta:


A Ginevra, tre parlamentari italiani e sostenitori della causa tibetana hanno sottolineato il 25° anno della sparizione dell’undicesimo Panchen Lama, come “uno dei crimini più orribili al mondo per quanto riguarda i diritti umani”.


Roberto Rampi, senatore italiano, ha invitato il popolo italiano a scegliere quella che è la loro religione e il diritto della libertà a professarla.

Successivamente si è rivolto alla Cina, invitandola a prestare attenzione alla situazione dei diritti umani in Tibet e all’ esistenza dell’undicesimo Panchen Lama del Tibet.

Luciano nobili, deputato italiano e coordinatore del gruppo parlamentare italiano per il Tibet, ha chiesto molte informazioni riguardo al rapimento del bambino, definendo questo fatto come una storia molto seria che ancora prospera.

Parlando a nome di tutti e 42 i parlamentari come coordinatore tibetano del gruppo parlamentare italiano per il Tibet, Nobili ha parlato alle Nazioni Unite e a tutte le istituzioni internazionali, e in particolare alla Cina: “Liberiamo il Panchen Lama e riportiamo il nostro popolo in Tibet. Daglielo.”


Il rappresentante dell'Ufficio del Tibet di Ginevra, Chemi Rigjan, ha ringraziato i parlamentari italiani per il loro sostegno pubblico e ha dichiarato che "l'Italia ha subito l'epidemia di COVID-19 causata da Wuhan.

Estendiamo il nostro sentito grazie ai nostri fratelli e sorelle italiani.

Condoglianze a coloro che hanno perso i loro cari in questa epidemia e pregano per la pronta guarigione di tutti i pazienti. Nonostante le loro stesse sofferenze, gli italiani hanno mostrato solidarietà con i tibetani, che sono la base della compassione, dell’amore e dei valori umani. Grazie per sostenere la giusta causa del Tibet e del movimento tibetano per la verità e la giustizia. Speriamo che la Cina faccia un appello globale per la liberazione del Panchen Lama e l'intervento del governo del Partito comunista cinese Rispetta il diritto dei tibetani di scegliere i propri capi religiosi ".


Recentemente 16 senatori cechi e 12 membri della Camera dei deputati, nonché parlamentari italiani e svizzeri hanno aderito alla campagna globale e hanno presentato domanda per l'undicesimo Panchen Lama Gedhun Chokei Nyima e tutta la sua famiglia dalla Cina al Tibet 25. L'anno è stato invitato a uscire immediatamente. Di scomparsa.

Inoltre, 159 organizzazioni di 19 paesi hanno presentato una petizione congiunta alle Nazioni Unite per il loro intervento e per fare pressioni sulla Cina affinché rilasci il Panchen Lama Gedhun Chokei Naima.


La risposta della Cina:

Grazie a tutte queste pressioni degli ultimi anni, Pechino ha risposto:

Gedhun Choekyi Nyima ha frequentato da bambino la scuola dell’obbligo e, superati gli esami di ammissione all’università, ha conseguito la laurea e ora ha una casa e un lavoro.

Ha aggiunto che sia lui sia la sua famiglia non vogliono essere disturbati ma desiderano vivere una vita normale.

Vivere una vita normale, ovviamente, all’ interno del regime comunista cinese.


Noi ci chiediamo se effettivamente questo bambino -ora non più bambino- abbia ricevuto un lavaggio del cervello dal regime di Pechino.

Con questo gesto è stata distrutta un'intera religione, ricordiamo che doveva essere il prossimo HH Dalai Lama [tradizione spiegata qui]


Ciò per cui gioiamo però, è che lui è vivo e “sta bene”, nonostante tutto.


Molti lo credevano morto o imprigionato, mentre ora possiamo affidarci a queste parole e sperare che siano veritiere.


Donazione 2020


Post in evidenza
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square
  • YouTube Icona sociale
  • Facebook Social Icon
  • Instagram_App_Large_May2016_200

LA BOTTEGA DEL TIBET 

Piazzale Cesare Battisti 2 (angolo via Pusterla)  25128 Brescia

Mappa

Chi Siamo

Tel: +393396616912

 scrivici su Whatsapp o SMS è più facile per noi gestire le domande

Grazie

Mail: info@labottegadeltibet.it

Informazioni sulla spedizione

Recensioni dei clienti

ORARIO:

Dal Lunedì al Venerdì: Dalle 09:0 alle 12:00 - dalle 15:00 alle 18:00 

Sabato: Dalle 09:0 alle 12:00 - dalle 15:00 alle 19:00

Domenica chiusi (tranne a Dicembre)