Rosario Buddhista: il Mala tra storia e curiosità

Vi è mai capitato di vedere al polso o al collo di un amico, di uno/a sconosciuto/a un rosario di legno o di pietra e chiedervi se è qualcosa di più che una semplice collana?

La risposta è si, è qualcosa di più.


Cosa sono i Mala?

Con il termine sanscrito Mala (significato corona, ghirlanda), si indica un rosario composto da grani che ha lo scopo di numerare e misurare i mantra recitati durante la preghiera.

E' uno strumento complicato, costituto da un numero variabile di grani (da 26 per i bracciali a 108 per la collana).

Per ogni grano il fedele pronuncia un'invocazione (o mantra) richiesta dallo specifico rito che viene praticato. Al rosario possono essere applicate delle code che contengono ciascuna 10 piastrine, le quali servono per contare i giri effettuati intorno allo Stupa (vedi Stupa nei nostri articoli della simbologia tibetana).

E' uno strumento davvero antichissimo, carico di energia e di storia, come molti dei nostri articoli tibetani e nepalesi spesso unici.


[Da dove provengono QUI]


Come scelgo il mala adatto a me?