Thangka Tibetane: soggetti e significati nelle thangka

Le Thangka Tibetane sono un'oggetto simbolo della cultura e della tradizione Tibetana. Rappresentano unitamente la vita del Buddha e gli Insegnamenti dei Lama nei confronti del popolo tibetano in passato. Nel nostro shop puoi trovare i nostri pezzi unici, mostriamo non solo il fronte, ma anche il retro con il sigillo in ceralacca apposto al termine della realizzazione

Le Thangka (ma anche Tangka, Thanka o Tanka) - letteralmente "dipinto su un piano") sono dei dipinti Buddhisti raffiguranti soggetti sacri. I dipinti vengono realizzati a mano e poi incastonati in drappi di tessuto, per lo più broccato in seta ma anche in cotone. Le Se non esposte e appese ad un muro, le Thangka Tibetane vengono normalmente conservate arrotolate con cura su loro stesse, prestando attenzione che la copertura in seta possa servire a proteggere il dipinto interno.


Prima di acquistare una Thangka, è bene essere a conoscenza del soggetto e del significato rappresentato nella parte interna.


NOTA

Tutte le Thangka in vendita nel nostro negozio sono realizzate a mano su tela, inserita in una cornice di seta broccata con un tendaggio a copertura che permette di chiuderla e ripararla.

Nella parte posteriore potrete trovare (in quasi tutte, se presente ne troverete pubblicata la foto), il sigillo di garanzia.

Trattandosi di opere artigianali, possono presentare imprecisioni o irregolarità dovute al fatto che sono state realizzate a mano.


THANGKA CON MANDALA

La parola “mandala” indica un oggetto sacro, di “forma rotonda”, che ricorda il sole o la luna. L'origine di questo termine però, è molto dibattuta: alcuni pensano che indichi la parte di schiuma del riso bollito, o la parte più densa del latte nella preparazione del burro indiano (ghrta), mentre altri pensano che maṇḍa viene letto come il sostantivo maschile e neutro sāra cioè come "essenza". Nell'induismo, il mandala è una rappresentazione geometrica che ha lo scopo di raffigurare l'intero universo, infatti l'interesse della cultura religiosa hindū per le rappresentazione cosmologiche per mezzo di disegni geometrici è attestato già nell'antica Taittirīya Saṃhitā.

Vuoi saperne di più sui Mandala? Clicca qui per altri articoli.





THANGKA CON KALACHAKRA (MANDALA)

I Mandala di Kalachakra, come quello nella fotogragia in alto, rappresentano l'universo creato durante il rito di iniziazione di Kalachakra.

Nel disegno possiamo trovare quattro basi quadrate in quattro zone e otto isole esterne minori (Ruote del Dharma) che sostengono il centro della conoscenza. le quattro isole sono i quattro elementi:

- terra: nero verso il basso,

- aria arancione,

- fuoco rosso,

- acqua azzurra.

Vuoi sapere di più dei Kalachakra? qui

La complessa geometria che caratterizza questi Mandala, lascia lo spettatore stupito e impressionato da questa particolare arte: in passato questa base geometrica veniva utilizzata anche nella realizzazione architettonica dei monasteri. Osservare questo Mandala è pari a guardare un monastero dall'alto.

La loro complessità indica i diversi sistemi che costituiscono l'universo.

La leggenda narra che fu Siddartha Gautama a vedere questo soggetto durante una meditazione.

Riportato attorno al disegno centrale è tutto il mantra di Kalachakra



THANGKA CON SIMBOLO KALACHAKRA

Il mantra di Kālacakra, "OṂ HAṂ KṢA MA LA VA RA YA [SVĀHĀ], rappresentato interamente in una lettera in grafia ornamentale Lantsa, appoggiata su una base con Fior di Loto.

E' un simbolo potente per il Buddhismo Tibetano. con il sole nella parte superiore

Vuoi sapere di più dei Kalachakra? qui


Kālacakratantra དུས་ཀྱི་འཁོར་ལོ་རྒྱུད è un testo tantrico antico (risale al X-XI secolo) , scritto in sanscrito e proprio del Buddhismo Tibetano.

INIZIAZIONE DEL KALACHAKRA

E' il più grande rituale buddhista conferito da Sua Santità il Dalai Lama






RAPPRESENTAZIONE DI TARA

Tara (=letteralmente in Sanscrito Stella) rappresenta la Salvatrice e è considerata la madre di tutti i Buddha, rapppresentazione dell'energia femminile Ci sono molte leggende su Tara: si narra che Avalokitesvara, mosso a compassione dalla infinita sofferenza degli esseri, pianse fino a formare un lago dal quale uscì uno splendido loto in boccio: nel momento in cui i suoi petali si aprirono al centro del fiore si manifestò Tara. Ci sono 21 manifestazioni differenti di Tara, ma le principali sono cinque: Tara Bianca (Salvatrice), Tara Verde (Protettrice), Tara Nera (Superamento delle difficoltà), Tara Gialla (Sostegno ed aiuto) Tara Rossa (Compassione)

Post in evidenza
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square