10 Marzo: 62 anni dall'occupazione cinese, ma la bandiera tibetana sventola ancora


La data di oggi, 10 Marzo, è una data storica e tristemente ricordata da ogni tibetano e da ogni sostenitore di questa causa: era infatti il 10 Marzo 1959 quando il potere cinese occupò il territorio tibetano.


Da allora il Tibet e il suo popolo vivono sotto l'assedio di una dittatura che impedisce i più basilari dei diritti umani: non c'è libertà di culto, libertà di mantenere la propria lingua, libertà di stampa e libertà d'espressione.


Ricordiamo anche che sono sempre attivi i campi di concentramento per tutti coloro che si ribellano (anche possedere e portare con sè una fotografia del Dalai Lama è considerato reato).


In Tibet è reato anche appendere, far sventolare e acquistare la bandiera nazionale Tibetana.


La Cina sta occupando il territorio grazie alla ripopolazione della capitale Lhasa e delle zone limitrofe attraverso la ferrovia ad alta velocità Pechino-Lhasa, collegamento diretto tra le due capitali, con incentivi economici alla popoloziane cinese che decide di trasferirsi.


Come segno di denuncia appenderemo una bandiera tibetana fuori dalle nostre finestre!


Continueremo a lottare, continueremo a mantenere viva questo popolo, queste tradizioni e questa cultura!


FREE TIBET

Post in evidenza